Press

Zvezdine devojke specijalne gosce na humanitarnoj reviji Verice Rakocevic

Шампионке на паркету, шампионке ван паркета! Звездине даме отвориле и затвориле ревију наше познате модне креаторке Верице Ракочевић у центру Београда.

Хуманитарни модни догађај на отвореном – „Хармонија“, наше креаторке Верице Ракочевић на ком је представљена нова колекција јесен-зима 2017/18 у суботу, у Ускочкој улици, је већ традиционални септембарски догађај у срцу Београда, и више од модне ревије.

Detaljno na:

Звездине девојке специјалне гошће на модној ревији

Fashion Selection

U želji da i ovoga puta napravi iskorak, modni događaj Fashion Selection podiže lestvicu u organizaciji i sadržaju. Naime, prvi put Fashion Selection u svom 30-tom obraćanju ljubiteljima mode i modnim poslenicima, nudi nešto novo, ponudivši publici i kvalitetne filmske i muzičke sadržaje.

Detaljno na:Fashion Selection

Oltre le sfilate

di Cinzia Sgheri

Accanto al calendario ufficiale, la settimana dell’alta moda romana prevede anche un ricco programma di eventi collaterali e appuntamenti paralleli.

Gli abiti scultura degli allievi dell’Accademia di Costume e di Moda sono in mostra fino al 9 agosto al Roseto Comunale. Il giardino è la cornice perfetta per queste 35 creazioni, tutte ispirate alla regina dei fiori, che per l’occasione si traveste con sete e velluti preziosi.

Abiti scultura anche per Gianni Molaro, deluso per l’esclusione dal calendario ufficiale, che sabato 10 luglio, a Palazzo Venezia, fa sfilare sulla sua passerella anche Asia Argento, modella d’eccezione con un abito-farfalla dedicato alle emozioni. Nello stesso giorno, a piazza Sallustio, anche la stilista serba Verica Rakocevic presenta la sua ultima collezione.

Pogledaj detaljno na:http://www.kataweb.it/spec/articolo_speciale.jsp?ids=593573&id=593619

Da Belgrado la moda pacifista-La Repubblica

Pogledaj detaljno na:La Repubblica
Da Belgrado la moda pacifista
MODA & guerra. Effimero e dramma sullo stesso palcoscenico. Piazza del Popolo ribalta di couture e ribalta per lanciare messaggi di pace. E’ sbarcata ieri a Roma Verica Rakocevic, prima stilista serba, in passerella con le sue trenta creazioni il 9 luglio nella settimana d’ haute couture. Carol Alt, modella d’ eccezione, vestita da sposa chiuderà il défilé per gran parte incentrato sui temi della guerra e decine di colombe bianche spiccheranno il volo sopra la piazza appena restaurata.

NOVA KOLEKCIJA VERICE RAKOČEVIĆ

Naša proslavljena modna kreatorka, Verica Rakočević, obeležila je trideset godina umetničkog rada kolekcijom „Ramonda Serbica“…

Kolekcija je inspirisana čudesnim cvetom Ramonda Serbica, autohtonom vrstom, koji raste u okolini Niša, a koga je otkrio Josif Pančić. Ovaj nesvakidašnji cvet ima čudesnu moć. Nakon što ga potopite u vodu kada je potpuno uvenuo, ima moć da u potpunosti oživi.

Detaljnije pogledajte na sajtu luxlife.rs

L’ellenismo rustico di Verica Rakocevic

Succede tutto in qualche sperduta piega della Serbia. Nel villaggio fantasma di Zlatibor. Un mondo altrove. Profughe vestite di abiti tradizionali vanno su e giù per strade, stradone, stradine di pietre. Pannaiuole vestite di scampoli si muovono lungo chilometri di erba e nulla. Gente con la disfatta stampata nei cappottoni di lana. Ma con la fantasia che non si stacca mai dalle piume di struzzo e di uccello del paradiso cucite sul berretto. Gente così, quella di Verica Rakocevic, sfilata al Saint Regis hotel per 40 minuti buoni di strepitoso Bregovic. Giocando a poker con l’haute couture, la collezione ha puntato alto, ma non ha puntato lire. Invece di denaro, si è giocata ciò che aveva addosso di più suo: l’arte del pannaiuolo e del calzettaio serbo.

Collezione. Desiderare, immaginare, inventare. A furia di mischiare cappotti e maglie e gonne e calzoni e scialle e veli, fatalmente Rakocevic finisce per rimanere a corto di tradizione. E finisce per tenersi stretti un paio, fantasioso, creativo, azzardato, di capi serviti in tessuti ad alta tecnologia. Che raschiano però nella memoria dei ricami tipici della Serbia. E giù a inventare. Escono in passerella giochi di illusione panna, grigi e neri: filati di lana vergine lavorata a mano, coperti da gonne plissé; voile di seta e scialli sfrangiati nascondono in trasparenza gonne lunghe o calzoni. Tutte cose da abbinare a top, a cappotti di lana, per una microutopia cromatica di perle, specchi e cristalli. La collezione scopre le sue carte lentamente, facendole scivolare sotto le ciocie serbe, trasformate in sandali di cuoio a pianta quadrata, o sotto gli stivaletti rossi. Compaiono fiori di pergamena ricamati sulle tuniche asimmetriche e sui calzoni. Tra le pieghe del collo pendono ciondoli in filigrana d’oro a spirale. Full di toreri nei giubbini bordeaux con calzoni a vita alta e stola appesa su un fianco. Full, di pezzi a stile impero: passamaneria di motivi etnici sul seno, voile verde muschio su calzoni bordeaux. Poi, la sera, l’innovazione se ne torna a casa. E si può anche capire. A Rakocevic non rimane altro da fare: sfilare tre pezzi autentici del primo ‘900. In velluto nero con applicazioni floreali, abbinati a gonne ricamate di perle e dipinti originali, patrimonio di vecchi costumi nazionali.

Tendenze. Una collezione che sgrana le sue carte sul voile di seta, taffettà e soprattutto lana color panna filata a mano. Spoglia di gioielli, si accontenta di antichi collier in filigrana d’oro dall’effetto uncinetto. Si intestardisce a voler far sfilare la sposa: in cappello con monete e piume di struzzo, incede sulla passerella un vestito ornato di perle, un cuore in mano al posto del bouquet. Salvifiche, deliziose chicche, le borsette piccolissime a forma di cuore.

Allestimento e gossip. Cronaca di un pomeriggio al Saint Regis hotel. Per colonna sonora Goran Bregovic. Per la cantante Francesca Schiavo, in versione profuga albanese in abito-affresco bizantino, una melodia ancestrale.

Giudizio. È già qualcosa di diverso dai chilometri di tessuti che ci hanno fatto passare sull’autostrada di questa kermesse romana. Qualcosa di nuovo. Colpisce nel segno.

YUGOSLAVIA: YUGOSLAV FASHION DESIGNER VERICA RAKOCEVIC LAUNCHES LATEST COLLECTION

YUGOSLAVIA: YUGOSLAV FASHION DESIGNER VERICA RAKOCEVIC LAUNCHES LATEST COLLECTION

One of the most famous Yugoslav fashion designers, Verica Rakocevic, launched her latest collection on Saturday (September 16) in the Belgrade Hyatt Regency Hotel for the autumn-winter 1995 season.

While high level talks were being held with Yugoslav and Serbian leaders and international envoys in the capital, hundreds joined the audience of the show, which was inspired by the classical English style. It was made from wool, silk and cashmere.

Rakocevic hopes to stage a fashion show in Los Angeles on United Nations Day on October 30 where the Yugoslav movie „Underground“, a winner at the 1995 Cannes festival, will be shown.